Cuocere le verdure in padella: consigli ed errori da evitare

cucina le verdure al meglio con una padella antiaderente

Le verdure sono indispensabili per una corretta alimentazione, ricche di vitamine, sali minerali e vari nutrienti che portano benessere al nostro organismo. A molti non piacciono, ed è soprattutto complicato farle mangiare ai bambini, ma possono essere cucinate in molti modi gustosissimi; l’importante è sapere quali errori non vanno fatti nella preparazione degli ortaggi per non rovinarne il gusto e per non disperdere le loro proprietà nutritive.

Utilizza ortaggi freschi e gustosi

frutta e verdura di stagione

Cucinare ortaggi e verdure è una vera arte, questi alimenti naturali e freschi possono essere consumati sia cotti che crudi, ma attenzione a non rovinarli con cotture errate o condimenti troppo grassi. Un errore che viene spesso commesso in cucina, soprattutto da chi ha poco tempo, è quello di affettare le verdure con largo anticipo, questo fa perdere molti nutrienti che a contatto con l’aria di dissolvono, inoltre gli ortaggi tendono ad annerirsi e non sono più presentabili in tavola. Per velocizzare la preparazione degli ortaggi esistono vari utensili da cucina sia elettrici che manuali, ed è una buona abitudine buttarli ben asciugati in una padella antiaderente in pietra preriscaldata.

Limita i condimenti

Lavare e affettare le verdure nel modo più adeguato è utile per ottenere una buona e gustosa cottura in padella, spesso gli ortaggi vengono solo fatti bollire, invece la preparazione direttamente in padella favorisce la conservazione delle vitamine e di tutte le proprietà nutritive. Il consiglio principale è sempre lo stesso: limitarsi con l’uso di olio o burro ma preferire una cottura semplice.

Utilizza un soffritto leggero

cucinare verdure con una padella antiaderenteA fuoco basso all’inizio, se eseguite una normale cottura con olio, per poi far rosolare delicatamente a fine cottura; si può ottenere della verdura croccante anche con un soffritto a base di acqua che si fa cosi: mettete le vostre verdure pulite in un tegame largo antiaderente che avrete fatto riscaldare qualche minuto in precedenza, saltate le verdure a fiamma vivace senza nessun ingrediente aggiunto fino a che siano ben calde, poi aggiungete circa 30 ml di acqua fredda, lasciate sfrigolare e soffriggere per un minuto circa, poi abbassate la fiamma aggiungete un filo di olio sale e pepe o altre spezie di vostro gusto, coprite e lasciate cuocere fino a completa cottura.

Olio sì ma solo con certi ortaggi!

Cuocere le verdure in padella usando olio evo è il modo migliore per gustarle, ma dovete sempre badare a certi accorgimenti importanti! Ad esempio le carote vengono molto meglio, croccanti e saporite se cotte subito in olio caldo, mentre le altre verdure vanno cotte in padella calda ma senza condimento, che dovrà essere aggiunto poi a fine cottura; è molto importante anche asciugare bene gli ortaggi, che in padella risulteranno croccanti e sfiziosi. Anche il sale va utilizzato con parsimonia ed è preferibile aggiungerlo a fine cottura, per evitare un accesso di sapore che renderebbe immangiabile il vostro piatto vegetale.

Come utilizzare al meglio spezie ed erbe aromatiche

Utilizzare le spezie e le erbe aromatiche in aggiunta alle verdure è consigliatissimo, ma dovete testare sempre prima il risultato dei vostri abbinamenti, spesso la cottura in padella è più gustosa con l’uso delle spezie ma non tutte le verdure si sposano bene con tutti gli aromi, alcuni abbinamenti possono generare sapori sgradevoli, fate delle piccole prove iniziali per essere certi di aver creato “ricette” commestibili.

Tegami, padelle e padelline

padelle antiaderentiCuocere le verdure non è solo una questione di abilità in cucina ma anche di scelte in merito agli strumenti da utilizzare; le padelle senza dubbio sono fondamentali per una buona e sana cucina, sono da preferire le padelle con il fondo spesso e antiaderenti, ottime anche quelle in alluminio, leggere per cotture rapide, ma attenzione i cibi “attaccano” con più facilità.

Lascia un commento